Pd modello New Labour

Con Renzi nasce il Pd 2.0: il partito dei liberali e progressisti italiani

21 ottobre 2014

renziromanoCon Renzi nasce il Pd 2.0, finalmente aperto ai temi liberali. Ora serve contribuire al nuovo partito a vocazione maggioritaria dei progressisti e dei liberali italiani.
Renzi oggi ha disegnato i confini politici e culturali di quel nuovo partito che serve alla trasformazione storica nella quale è impegnata l’Italia.

Un partito capace di allargare i tradizionali insediamenti sociali e culturali della sinistra italiana, aprendosi finalmente ai temi liberali e rispondendo al bisogno di rilanciare il nostro bipolarismo in chiave europea.

Gli elettori di Scelta Civica hanno già compreso il senso di novità del Pd guidato da Renzi. Ora anche coloro che sono stati eletti nelle liste di Scelta Civica, e che non possono che prendere atto con realismo dell’esaurimento di quel progetto avvenuto proprio in parallelo alla trasformazione avviata nella politica italiana con il governo Renzi, possono e devono contribuire ad alimentare con le loro idee e i loro contenuti quello che dovrà essere il nuovo partito a vocazione finalmente maggioritaria dei progressisti e dei liberali italiani